Adwords: Ecco gli annunci AMP

AMP, acronimo di Accelerated Mobile Pages, si riferisce ad un progetto open source lanciato da Google per promuovere la realizzazione di pagine web più leggere e che si caricano con estrema velocità.

I risultati ottenuti si adattano più favorevolmente ai dispositivi mobili e mirano a risolvere il problema del caricamento lento delle interfacce, che portano gli utenti a rinunciare spesso alla navigazione e quindi alla lettura dei contenuti.

I clienti di AdWords avranno il vantaggio di usare le pagine AMP come landing page delle proprie campagne pubblicitarie, migliorando notevolmente la loro efficacia.

Il funzionamento della tecnologia AMP

La tecnologia AMP raggiunge i suoi obbiettivi per merito di una serie di ottimizzazioni, tra le quali:

  • regolare gli script, caricando solo script asincroni e garantendo che nessun javascript blocchi il caricamento della pagina;
  • bloccare gli JavaScript di terze parti;
  • impedire ai meccanismi di estensione di bloccare il rendering delle pagine;
  • permettere l’accesso di Css solo di dimensioni inferiori al valore di 50 kb;
  • ridurre al massimo il ricalcolo degli stili, per cui tutte le operazioni di lettura DOM vengono eseguite prima di quelle di scrittura, garantendo un solo ricalcolo di stili per ogni frame;
  • consentire il caricamento dei file Css e Js prima dei font dei caratteri;
  • eseguire solo animazioni con accelerazione GPU;
  • assegnare priorità al caricamento delle risorse, eseguendo solo le risorse più importanti e utilizzando la CPU solamente quando esse vengono effettivamente mostrate agli utenti.

I principali vantaggi degli annunci su pagine AMP

Il primo importante vantaggio che comporta la tecnologia AMP è la maggiore velocità delle pagine dei siti che sono caricate molto più velocemente sui dispositivi mobili. Gli studi mostrano che gli utenti abbandonano di solito un sito web che richiede più di 3 secondi per caricarsi, quindi le aziende che adottano il progetto AMP di Google contrastano con successo il tasso di abbandono, aumentando l’efficacia della loro presenza sul web.

Inoltre, si verifica anche un miglioramento del ranking, in quanto la tecnologia AMP migliora notevolmente i tempi di caricamento delle pagine; un sito web sviluppato con AMP, pertanto, sarà ricompensato con posizioni più elevate rispetto ai siti più lenti. L’altro vantaggio riguarda la maggiore visibilità: i risultati della ricerca identificano, solo sui dispositivi mobili, i siti web AMP con un’icona specifica (un fulmine), che tende ad alzare il tasso di Click-Through Rate (il CTR, cioè l’efficacia di un annuncio a pagamento), in quanto gli utenti sono più propensi a sceglierli per i tempi di caricamento più rapidi.

Infine, gli i clienti Adwords potranno godere di un migliore supporto per gli annunci. Il progetto AMP, inaftti, mira a supportare una vasta gamma di reti pubblicitarie, strutture e tecnologie, con l’obbiettivo di trasmettere annunci sempre più veloci, attrarre maggiormente l’attenzione del visitatore e aiutare gli inserzionisti ad aumentare la loro influenza, migliorando il ROI, cioè la redditività del capitale investito in pubblicità.

Maggiora anche l’efficacia d’indagine, poiché il progetto AMP include l’elemento Amp-Analytics, che consente di monitorare le interazioni degli utenti con le pagine AMP, integrandosi a Google Analytics, attraverso i conteggi dei visitatori, il rapporto click/conversioni, il monitoraggio dei video e dei link ed altro ancora.

envision

Think Digital

Non c’è novità dal mondo del web che non alimenti la nostra insaziabile curiosità! Le innovazioni tecnologiche e informatiche ci appassionano e ci stimolano a ripensare continuamente gli schemi del nostro lavoro, per offrire ai nostri clienti soluzioni efficaci e sempre al passo coi tempi.

Leggi anche questi articoli

Flutter: che cos’è e come aiuta gli sviluppatori

Per velocizzare la realizzazione di app per diverse piattaforme, gli sviluppatori possono trovare un valido aiuto nel framework Google Flutter, ...
Angelo Pignatelli

Gutenberg, il nuovo editor di WordPress

Nel corso degli anni l’editor attuale di WordPress è rimasto pressoché identico. Anche se tutto sommato non è una cosa negativa, molti sono ...
Matteo Bleve

Quartieri: scopriamo la funzione di Facebook

I social, con la pandemia che torna a ricoprire il ruolo da protagonista nelle news tutti i giorni, si preparano a ri-lanciarsi come assoluti ...
Federico Petracca
CHIAMA SCRIVICI