Attributo Hreflang: cos’è e come usarlo sui siti multilingua senza errori

Introdotto oltre dieci anni fa da Google, l’attributo Hreflang si rivela utile per tutti i professionisti del Web che desiderano creare contenuti specifici per un pubblico localizzato.
Barra Servizi

Nell’ottica di intercettare un target ben preciso in termini geografici questa funzionalità gioca dunque un ruolo cruciale. Tuttavia, l’impiego del tag Hreflang può celare qualche insidia.

All’interno di quest’approfondimento potrai scoprire cos’è e come utilizzare al meglio quest’opzione per creare siti multilingua davvero efficaci.

Cosa si intende per attributo Hreflang?

Hreflang è l’attributo di un link grazie al quale Google (e i motori di ricerca in generale) viene informato dell’esistenza di varianti localizzate della stessa pagina, pensate per essere mostrate a chi risiede in svariate aree del mondo.

La completezza del link con l’attributo Hreflang presente nell’URL aiuta il motore di ricerca a capire come comportarsi in casi specifici, per offrire la miglior esperienza di navigazione possibile agli utenti.

Con l’introduzione dell’attributo Hreflang il sito informa il motore di ricerca della lingua utilizzata in una determinata pagina. Ciò si rivela indispensabile al fine di consentire a Google di mostrare agli utenti di visualizzare la pagina nella lingua che corrisponde a quella impiegata nella ricerca.

Grazie all’introduzione di questo strumento si è rivelato possibile migliorare notevolmente l’esperienza per chi naviga, creando una maggiore pertinenza dei risultati. Con questa funzionalità, infatti, è possibile intercettare in modo davvero preciso un target localizzato in un determinato contesto geografico.

Una volta indirizzato alla versione della pagina coerente con la lingua di riferimento, l’utente può percepire un valore aggiunto e non abbandonare la ricerca.

Come evitare errori nell’uso dell’attributo Hreflang sui siti multilingua?

Chi è alle prime armi può trovarsi ad affrontare alcune difficoltà quando si tratta di impostare l’attributo Hreflang su un determinato sito. Anche le persone più esperte spesso possono essere prese dal dubbio, in particolar modo per casistiche specifiche.

  1. Mancanza del tag hreflang: Il più grande errore è non implementare affatto il tag hreflang. Senza questo tag, i motori di ricerca potrebbero avere difficoltà a capire quale versione linguistica o geografica di una pagina mostrare agli utenti in base alla loro posizione o lingua preferita.
  2. Utilizzo errato del codice linguistico o geografico: Assicurati di utilizzare i codici di lingua e territorio corretti secondo gli standard ISO 639-1 e ISO 3166-1 alpha-2. Un errore di ortografia o un codice errato potrebbero confondere i motori di ricerca e i visitatori.
  3. Implementazione inconsistente: Ogni pagina deve contenere il tag hreflang corrispondente alle diverse versioni della pagina. L’implementazione inconsistente può confondere i motori di ricerca e portare a risultati imprevisti.
  4. Utilizzo errato del tag canonical: Il tag canonical indica la versione preferita di una pagina. Assicurati che il tag canonical sia coerente con il tag hreflang per evitare confusioni nei motori di ricerca.
  5. Tag hreflang mancanti nel Sitemap: Se stai utilizzando un sitemap XML, è consigliabile includere i tag hreflang per le diverse versioni delle pagine. Ciò aiuta i motori di ricerca a capire la struttura del tuo sito multilingue.
  6. URL non corrispondenti: Le diverse versioni di una pagina devono avere URL corrispondenti. Non devono essere presenti cambiamenti significativi nell’URL che potrebbero confondere i motori di ricerca.
  7. Contenuto non corrispondente: Anche se le pagine hanno tag hreflang corretti, il contenuto deve essere effettivamente corrispondente alla lingua o alla regione specificata. Contenuti non pertinenti potrebbero influire negativamente sull’esperienza dell’utente.
  8. Struttura URL complessa: Una struttura URL complicata può complicare la gestione e l’implementazione dei tag hreflang. Cerca di mantenere la struttura delle URL pulita e organizzata.
  9. Test e monitoraggio inadeguati: Dopo l’implementazione, monitora costantemente l’indicizzazione e la visibilità delle pagine nei diversi paesi o lingue. Effettua test regolari per assicurarti che i tag hreflang funzionino come previsto.

Per evitare questi errori, è consigliabile fare riferimento alle linee guida ufficiali di Google sull’implementazione dei tag Hreflang e utilizzare strumenti di test per verificare che i tag siano configurati correttamente.

 

Leggi anche questi articoli

YouTube come Bussola di Shopping: il 57% degli Europei lo utilizza per cercare prodotti

Siamo immersi in un’epoca digitale in cui la ricerca di prodotti si è trasformata in un’esperienza dinamica e interattiva, grazie al ...

PHP e tipizzazione delle costanti di classe: un viaggio attraverso l’evoluzione del codice

Nell’universo dello sviluppo web, PHP si è affermato come uno dei pilastri portanti, grazie alla sua flessibilità e alla capacità di adattarsi ...

Come creare Funnel di Vendita che convertono: la guida pratica

Immagina di essere un esploratore in un territorio sconosciuto. Ogni passo che fai ti avvicina a una scoperta preziosa. Questo è il viaggio che i ...
CHIAMA SCRIVICI