BeReal: il successo del nuovo social “anti-Instagram”

“I tuoi amici davvero” è lo slogan con cui si presenta BeReal, la prima app anti-social che ti invita a essere onesto con te stesso e con gli altri, mostrandoti per quello che sei, senza filtri né ritocchi.
Barra Servizi

“I tuoi amici davvero” è lo slogan con cui si presenta BeReal, la prima app anti-social che ti invita a essere onesto con te stesso e con gli altri, mostrandoti per quello che sei, senza filtri né ritocchi.

Come funziona? Semplice: una volta al giorno, una notifica arriva sul tuo smartphone e da lì hai solo due minuti di tempo per scattare una foto, qualunque cosa tu stia facendo. La differenza con gli altri social network è che la foto va postata così com’è, senza ricorrere ad artifici che migliorino la qualità dell’immagine. Lo scopo? Apparire più reali possibili.

BeReal: come funziona?

BeReal funziona così: tutti i giorni, ma mai allo stesso orario, l’app ti invia una notifica e da quel momento hai una finestra di 2 minuti per scattare una fotografia. Grazie alla fotocamera anteriore e posteriore del cellulare, otterrai uno scatto doppio: un selfie che ti ritrae e una foto che mostra ciò che stai facendo, ovunque ti trovi, senza filtri. Se decidi di pubblicare il contenuto sul tuo profilo, questo sarà disponibile per un giorno, dopodiché verrà automaticamente cancellato.

Attenzione però: non esistonofollower, né like o condivisioni. L’unico modo per interagire è quello di lasciare un commento sotto all’immagine pubblicata o inviare una Real Moji.

Inoltre, si può postare anche dopo la scadenza dei due minuti, ma l’app contrassegnerà la foto come “in ritardo” e non sarà possibile vedere i post degli amici.

BeReal si è meritato l’appellativo di anti-Instagram perché punta su una filosofia in netto contrasto con quella del famoso social network fotografico. Il suo scopo è infatti quello di mostrare la realtà per quella che è, senza la pretesa di apparire perfetti ad ogni costo per mezzo di filtri, effetti o ritocchi.

Quando arriva la notifica, bisogna affrettarsi a scattare e postare la foto, anche se si è spettinati, in pigiama, in bagno o nel traffico. Questo rende BeReal non solo più sincero e autentico rispetto ai social tradizionali, ma anche estremamente divertente perché ci si può trovare di tutto.

La rapida ascesa di BeReal: tutti i dati

BeReal ha debuttato in Francia all’inizio del 2020, ma è da quest’anno che la piattaforma fondata da Alexis Barreyat e Kévin Perreau ha ottenuto una vera popolarità, arrivando a contare 30 milioni di download.

A luglio è diventata l’app più scaricata sull’App Store negli Stati Uniti, complice il passaparola nei campus universitari che ha determinato un aumento degli utenti attivi mensilmente del 315% rispetto all’inizio del 2022.

Finora l’app BeReal è riuscita a raccogliere consensi soprattutto tra i giovani della Generazione Z, che ne apprezzano la spontaneità e il fatto che non alimenta l’ossessione per la perfezione estetica e la corsa ai follower, spesso fonte di stress.

Rossella Scarlino

Leggi anche questi articoli

A scuola di e-commerce: come diventare un ottimo imprenditore digitale

Oggigiorno, il ruolo di e-commerce manager è sicuramente uno dei ruoli professionali che desta maggior interesse nel quadro delle professioni ...
Biagio Chiarello

Criptovalute e inquinamento: ecco qual è l’impatto ambientale del Bitcoin

Può sembrare strano, ma minare le criptovalute, pur trattandosi di moneta interamente digitale, ha dei costi ambientali piuttosto elevati. Un ...
Angelo Pignatelli

Google lancia “Il mio centro per gli annunci”

Google ha da poco lanciato una funzione che dà agli utenti la possibilità di personalizzare e controllare la pubblicità. Si chiama “Il mio ...
Ernesto Torsello
CHIAMA SCRIVICI