ChatGpt, l’interfaccia conversazionale che rivoluziona il travel

Oggetto di tutte le fantasie geek e dell’attenzione mediatica, ChatGPT, lo strumento dotato di intelligenza artificiale sviluppato da OpenAI, potrebbe rivoluzionare molti settori di attività compreso il turismo.
Barra Servizi

ChatGPT renderà inutili le guide turistiche? Permetterà di creare codice al posto degli sviluppatori? Sostituirà gli scrittori di contenuti sul web? Se vuoi conoscere le risposte non ti resta che continuare a leggere.

ChatGpt: la conversazione come guida per il viaggiatore

Con ChatGPt, la conversazione sarà al centro della ricerca. Grazie ad esso gli utenti potranno chiedere a un sito che tipo di hotel desiderano prenotare e ricevere proposte estremamente personalizzate. L’intelligenza artificiale li aiuterà nella loro ricerca di viaggi attraverso una conversazione guidata.

Il futuro viaggiatore potrebbe ad esempio digitare cerco una fuga romantica in Europa vicino al mare e ottenere risultati perfettamente corrispondenti.

Una nuova relazione con il cliente

ChatGpt avrà una incidenza notevole nell’attività alberghiera perché consentirà di produrre descrizioni delle stanze particolareggiate e dettagliate e di essere maggiormente reattivi rispetto alle richieste della clientela.

L’intelligenza generativa influirà anche nella creazione di guide cucite addosso alle preferenze dei viaggiatori. L’attività conversazionale aiuterà, infatti, a raccogliere dati e su questi gli operatori potranno imbastire offerte personalizzate sui gusti dei clienti.

Le capacità di ChatGPT vanno, infatti, oltre una semplice selezione di informazioni raccolte da Internet. Puoi usare ChatGPT anche per scrivere una clausola di tacito rinnovo e questo oggi Google non può farlo.

Si parla, infatti, di intelligenza artificiale generativa, tecnologia che può trasformare la relazione con il cliente, a condizione che i dati siano implementati e raccolti adeguatamente.

ChatGpt farà risparmiare tempo e denaro

ChatGpt potrà agevolare l’operatore turistico anche elaborando testi per suo conto. Non sarà più necessario perdere tempo nella stesura di articolate descrizioni di stanze d’hotel!

La tecnologia contribuirà a migliorare l’utilizzo degli strumenti normali e a risparmiare tempo e denaro. ChatGpt potrà ad esempio automatizzare la modifica di un biglietto aereo, liberando gli operatori dall’incombenza e consentendo loro di dedicarsi ad altro.

ChatGpt come supporto alle agenzie di viaggio

Lo strumento OpenAI non è in grado oggi di fungere da supporto alle decisioni per il semplice motivo che si basa su dati pubblici e non specifici di un’azienda. Oggi ChatGPT si limita a rispondere ai prompt (richieste), non offre una soluzione.

È in termini di utilizzo che la rivoluzione sarà più palpabile. Le aziende turistiche adatteranno ChatGp al loro settore partendo dal presupposto che più il mondo diventa digitale, più diventa importante l’apporto umano.

Questo è il motivo per cui ChatGPT non sostituirà mai completamente un agente di viaggio, anche se potrà facilitarne i compiti.

Come è accaduto nel corso della storia, dall’invenzione della stampa all’avvento di Internet, ChatGpt potrà dare il suo meglio solo grazie all’intervento umano e questo assunto vale soprattutto nel settore turistico.

Matteo Milo

Leggi anche questi articoli

Come creare una Lead Generation efficace per far crescere il tuo Business

Nell’era digitale, le pratiche di acquisizione e fidelizzazione dei clienti sono in continua evoluzione: allontanandosi parzialmente dalla ...
Laura De Francesco

Che cos’è Meta Verified? Arriva la spunta blu di Facebook e Instagram

Mark Zuckerberg, fondatore di Meta, ha annunciato recentemente il lancio di una nuova funzionalità per Instagram e Facebook: si tratta dell’ ...
Federico Petracca

Crescere con le collaborazioni su Instagram? Si può!

Spesso quando si parla di collaborazioni su Instagram, si pensa immediatamente alle partnership tra brand e creator: tuttavia, ci sono altri tipi di ...
Rossella Scarlino
CHIAMA SCRIVICI