Come funzionano le Call to Action di Facebook?

Vi sarà capitato navigando su Facebook di notare alcuni post muniti di un bottone che vi invita apertamente ad acquistare un prodotto, a guardare un video, a provare una app ecc.

Le CTA sono in circolo da breve tempo ma hanno fin da subito riscontrato un notevole successo, dopotutto viviamo l’era del web marketing ed è proprio per i marketer che è stato pensato questo nuovo sistema.

Il dettaglio fa la differenza, se mettiamo due post a confronto, uno senza alcuna cta apparirà vago e interesserà un certo numero di utenti/potenziali clienti, ma munitelo di cta che ecco già vedrete il vostro post avere tutta un’altra rilevanza in quanto esplicita la finalità del post (comprare un prodotto, iscriversi ad un sito, provare una determinata applicazione e così via) e risulta essere maggiormente incisivo.

Ecco quindi aprirsi ai marketer altre possibilità, considerando che Facebook tra l’altro sta dando realmente un grosso supporto ad aziende e marketing negli ultimi anni sia in fatto di visibilità sia in fatto di strumenti utili a far risparmiare tempo e denaro in quanto favorisce una ricerca del cliente sempre più mirata.

Mettere un post ora ha tutta un’altra valenza, difatti qua non parliamo di semplici bottoni particolarmente esortativi, ma parliamo di veri e propri link che rimandano il lettore esattamente nella sezione desiderata dal marketer semplificando e mettendo in luce il più chiaro possibile che cosa l’utente sta andando a fare in quel momento.

Ovviamente questa nuova realtà avrà successo se l’interessato ad utilizzarla abbia seguito alcuni accorgimenti tra cui l’utilizzo di un URL particolarmente chiaro e breve in modo che il link non risulti enigmatico e poco convincente (più una cosa è chiare e semplice maggiore è la fiducia che ispira).

Se vengono seguite tutte piccole regole che fanno di un marketing un marketing di successo (contenuti del post originali, spiegazione chiara al cliente, incisività del messaggio) le CTA non mancheranno di compiere la loro azione persuasiva.

L’azione combinata di un post fatto bene insieme a un bottone diretto come può essere quello “Acquista” o “Prova la App” influenzerà l’afflusso di utenza a tal punto da permettere al marketer di capire quale sia il percorso promozionale da intraprendere evitando così inutili perdite di tempo.

Sicuramente Facebook è uno dei bacini d’utenza più ampio e proficuo attualmente presenti su mercato, perchè non sfruttarne a pieno tutti gli strumenti? Il web marketing è anche questo, velocità di comunicazione a fronte di un gran numero di contenuti ed informazioni.

Think Digital

Non c’è novità dal mondo del web che non alimenti la nostra insaziabile curiosità! Le innovazioni tecnologiche e informatiche ci appassionano e ci stimolano a ripensare continuamente gli schemi del nostro lavoro, per offrire ai nostri clienti soluzioni efficaci e sempre al passo coi tempi.

Leggi anche questi articoli

Flutter: che cos’è e come aiuta gli sviluppatori

Per velocizzare la realizzazione di app per diverse piattaforme, gli sviluppatori possono trovare un valido aiuto nel framework Google Flutter, ...
Angelo Pignatelli

Gutenberg il un nuovo editor di WordPress

Nel corso degli anni l’editor attuale di WordPress è rimasto pressoché identico. Anche se tutto sommato non è una cosa negativa, molti sono ...
Matteo Bleve

Quartieri: scopriamo la funzione di Facebook

I social, con la pandemia che torna a ricoprire il ruolo da protagonista nelle news tutti i giorni, si preparano a ri-lanciarsi come assoluti ...
Federico Petracca
CHIAMA SCRIVICI