Community Marketing, nuove opportunità per i brand

Una volta andava di moda il detto “la pubblicità è l’anima del commercio”, questo rimane un dato di fatto anche ai nostri tempi, ma è la stessa pubblicità a dover essere ormai presentata in maniera diversa.

Il concetto fondamentale nell’ultimo periodo, intorno cui ruotano le strategie commerciali, è quello della “Community”, una comunità ben definita che possa essere sfruttata per aumentare la leva di appetibilità e di fatto spingere all’acquisto di un determinato prodotto, o ancora dirigere il potenziale cliente verso un brand.

I marchi hanno scoperto la potenza dei social e dei suoi influencer

Il processo decisionale, che vede il suo coronamento con l’acquisto del prodotto, si esplica ormai quasi costantemente tramite l’utilizzo dei social. Molti sono i clienti che prima di scegliere su quale brand orientarsi si schiariscono le idee seguendo i propri influencer. E sono proprio quest’ultimi che, prossimamente, avranno ancora più chance di guadagnare.

Nell’ultimo periodo sono molte le aziende che stanno affinando la loro strategia cercando di creare comunità commerciali ben definite. L’esempio lampante è quello della Publicis Groupe, multinazionale francese che si occupa di comunicazione e marketing, che ultimamente ha creato una partnership per la ricerca di nuove strategie di vendita.

Il nuovo modo di interpretare la pubblicità commerciale e le vendite, che la creazione di una community può portare, è sfruttato anche dal colosso di abbigliamento a stelle e strisce Express Inc. Gli esperti del marchio hanno infatti creato una comunità di esperti, fatti confluire in una community commerciale chiamata “Express Community Commerce”. Chi fa parte di questo gruppo chiuso avrà alcuni vantaggi, non ultimi alcune ricompense monetarie a fronte delle vendite effettuate dai propri follower.

Il tracciamento dei clienti e la personalizzazione del processo di acquisto

Ma è nella personalizzazione del processo di acquisto che si gioca la partita fondamentale del prossimo futuro. Molte sono le aziende infatti che si stanno muovendo in questo senso. Questa personalizzazione mira principalmente a rendere coinvolgente l’intero processo di vendita, soprattutto allo scopo di ricreare le emozioni che portano il cliente a mettere l’articolo nel carrello.

Fondamentale in questo nuovo approccio commerciale è il tracciamento del cliente durante la sua esperienza di acquisto, un processo che se analizzato con cura può portare ad un accrescimento del volume di affari.

Per aumentare concretamente le vendite tocca però ripensare alle strategie generali: un ripensamento che non deve certo tralasciare l’assunzione di esperti del settore e la riorganizzazione di tutto il processo che ruota attorno alla pubblicità.

Alessia Nuzzo

Leggi anche questi articoli

Come trasformare i Messaggi Vocali WhatsApp in Testo: le novità

Spoiler di WABInfo: sembra già disponibile la Beta, per ora solo dedicata agli utenti IOS, che permetterà di leggere i messaggi vocali di WhatsApp. ...
Federico Petracca

Web Hosting: una guida su come sceglierlo

Una delle decisioni più importanti riguardo la pubblicazione di un sito web è quella relativa alla scelta del Web Hosting, ovvero il fornitore dello ...
Angelo Pignatelli

Tip Jar, Super Follows, Ticketed Spaces: i tool di Twitter per i Content Creator

Twitter è un social in continua evoluzione, sempre pronto a rinnovarsi fornendo nuovi tool. Questi strumenti sono pensati soprattutto per i content ...
Giulia Chiffi
CHIAMA SCRIVICI