Cos’è il nuovo Facebook Media

Il successo di Facebook è strettamente legato al successo che ottiene ciascuna pagina di questo social media.

Pur essendo consultabile da tutti, Facebook Media è indirizzato soprattutto a chi gestisce le pagine di Facebook per conto di personaggi famosi, editori, associazioni e tutti quei soggetti che hanno o possono avere un grande riscontro di pubblico. In questo contesto fanno sicuramente parte le fan page, e pare che una maggiore interazione, anche piuttosto diretta, tra personaggi famosi, organizzazioni o marchi con il loro pubblico sia l’obiettivo a cui punta il social network. Insomma, Facebook deve diventare sempre di più la porta di collegamento fra questi due mondi. Probabilmente l’ispirazione a questo è stata data da una applicazione per iPhone chiamata Mentions, che permette ai fan di dialogare con i propri “idoli”.

Un altro obiettivo che si pone Facebook riguarda la spinta verso l’interazione tra la televisione e la rete. In pratica, il fine è di ampliare quella schiera di utenti che, soprattutto nel prime time, guardano i programmi televisivi contemporaneamente ad una pagina Facebook in qualche modo legata alla trasmissione, commentandola o, in generale, interagendo in diretta.

È anche in questo contesto si deve leggere lo scopo Facebook Media, che, alla fine, è una specie di manuale di “social media marketing”, in grado di contribuire all’ottimizzazione delle pagine Facebook al fine di ampliare il bacino di utenza.

Il sito, in lingua inglese, ha, oltre alla homepage, cinque pagine principali: Get Started, Best Practices, Success Stories, Support e Blog.

  • In Get Started si illustra come creare una pagina, come usare Facebook Mentions e come postare contenuti coinvolgenti.
  • In Best Practices ci sono consigli, suggerimenti e “buone abitudini” per ottimizzare le pagine di Facebook. I suggerimenti sono sia generici che dedicati, aprendo alcune sottopagine, ad ambiti più specifici quali le news, lo sport, l’intrattenimento, la politica e il campo delle organizzazioni no-profit.
  • Sicuramente istruttiva è la pagina relativa alle “Success Stories”, dove sono descritti gli obiettivi perseguiti, le strategie utilizzate e i risultati ottenuti da pagine Facebook di successo, anche qui divise per i campi sopra riportati.
  • Support è una pagina dedicata ad una specie di FAQ (Frequently Asked Questions) piuttosto organizzata, con cinque sottocampi che aprono ad una serie di domande tipiche e alle relative risposte. Ad esempio, sotto la voce “Managing your page” troverete, tra le altre, la domanda: “come faccio a moderare la mia pagina?
  • In Blog si possono leggere articoli del tipo: “Come Michelle Phan usa Facebook Video per promuovere il nuovo libro” o anche: Cristiano Ronaldo raggiunge 100 milioni di “mi piace” su Facebook”  cioè su come si possa usare Facebook ottenendo risultati straordinari. Anche qui l’ampia scelta di articoli è suddivisa in varie aree tematiche.

Infine, è possibile sottoscrivere un abbonamento a Facebook Media, ottenendo così aggiornamenti periodici.

Leggi anche questi articoli

Tutti pazzi per i guanti di Bernie Sanders!

L’immagine del Senatore, infreddolito durante la cerimonia d’insediamento di Biden nella Casa Bianca, ha fatto letteralmente il giro del mondo. ...
Alessia Nuzzo

Pfizer ha presentato il suo nuovo logo

Il gigante farmaceutico rinnova la sua identità aziendale e rivela il suo DNA. ...
Alessia Nuzzo

Che cos’è Signal e come funziona

Di recente, WhatsApp ha informato via notifica i suoi utenti circa una modifica della policy del trattamento dati. ...
Giulia Chiffi
CHIAMA SCRIVICI