ERRORE 404: a cosa si riferisce?

Ti sarà, sicuramente, capitato di inserire un URL di un sito web e ritrovarti, come risultato, un messaggio di errore che ti avvisa che quel contenuto specifico è, momentaneamente, non disponibile e non visualizzabile.

Si tratta del noto errore 404, che può essere scritto in diversi modi senza che, in sostanza, il concetto cambi. Vediamo, quindi, a cosa è dovuto questo messaggio e a cosa si riferisce nello specifico.

Le principali cause che generano l’errore 404

L’errore 404 può generarsi per diverse motivazioni. Alcune di esse si verificano con maggiore frequenza. Tra le più note c’è, senz’altro, l’eliminazione o lo spostamento di un URL che stai cercando. In questo caso, chi gestisce il sito web, probabilmente, non ha ancora provveduto all’aggiornamento dei link interni.

Altre volte, invece, l’errore è dovuto a una nostra distrazione nella digitazione del testo dell’URL nell’apposita barra di navigazione. Tra le altre cause principali troviamo: un malfunzionamento del server che ospita il sito, l’interruzione della connessione al server, la cancellazione del nome del dominio che si sta cercando.

Come risolvere o aggirare l’errore 404

Dopo che hai individuato l’errore che ha generato la pagina 404, puoi attuare diverse strategie per risolverlo. Prima, però, puoi tentare di porre soluzione al problema tramite dei passaggi semplici e rapidi, ma spesso efficaci.

Un primo tentativo è l’aggiornamento della pagina in questione. Basterà premere sul tasto F5 della tastiera e attendere il ricaricamento. Se questa non viene ancora visualizzata correttamente, probabilmente hai di fronte un errore

Cancellare la cache e i cookie è un altro tentativo che puoi effettuare per risolvere il problema in modo semplice. Se non funziona, verifica la correttezza dell’URL che hai digitato. Anche un piccolo errore di digitazione può determinare la visualizzazione della pagina 404.

Molti non sanno che alcuni malware contribuiscono alla comparsa dell’errore 404. Aggiorna sempre il tuo sistema antivirus per non rischiare di incappare in questa problematica. Infine, se l’errore persiste, puoi decidere di comunicarlo al gestore del sito. Invece, se si tratta di un tuo sito, contatta il web host che ti indicherà le azioni per risolvere il problema.

Creare una pagina 404 sul tuo sito è fondamentale

Molti CMS ti consentono di creare, in modo semplice e automatico, una pagina di errore 404. Questa verrà visualizzata dagli utenti quando una delle pagine del tuo sito non verrà trovata

Ti consigliamo di personalizzare questa pagina che, solitamente, si trova con un’impostazione standard. Se, invece, non hai la possibilità di realizzare una pagina 404 in modo automatico, crearla da zero non è difficile. In pochi passaggi potrai ottenere un ottimo risultato finale.

In ogni caso, verifica sempre il funzionamento della pagina e che essa venga visualizzata in modo corretto quando si apre una sezione del sito che non è realmente esistente. Se visualizzi la pagina 404 che hai creato, significa che la sua impostazione è andata a buon fine e i tuoi utenti saranno avvisati in caso di errori dovuti al sito o a loro sviste nella digitazione.

Biagio Chiarello

Leggi anche questi articoli

Twitter passa a Musk: libertà di parola al primo posto

Con l’acquisto di Twitter da parte di Elon Musk, per una cifra di un valore complessivo di 44 miliardi di dollari, il social network che “ ...
Giulia Chiffi

Fissare i post in alto? Instagram ci sta pensando

Negli ultimi mesi gli sviluppatori di uno dei social network più amati e popolati al mondo, Instagram, ha implementato delle modifiche che hanno la ...
Federico Petracca

Turismo esperienziale: le eccellenze pugliesi al BTM 2022

BTM – Business Tourism Management è alla sua ottava edizione. Come sempre, si tratta di un evento che unisce i principali intermediari del settore ...
Ernesto Torsello
CHIAMA SCRIVICI