Gmail cambia logo: ecco come sarà

Google, il gigante di Mountain View, è una costante fonte di innovazione per gli utenti.

Google definisce i trend e la direzione del web, verso giorni in cui l’email non sarà più solo una versione elettronica della tradizionale posta cartacea.

Ora il logo di Gmail, il client di posta elettronica più diffuso, è pronto a lasciare andare la busta, che viene rimossa completamente: a rimanere sarà solo la M, con una combinazione di colori più in linea con altre applicazioni Google.

Gmail, dalla busta a uno degli strumenti più potenti di Google

Google è una delle aziende che oggi vanta maggiore visibilità a livello globale, grazie a una presenza capillare nella vita degli utenti digitali attraverso i componenti e le applicazioni di G Suite.

Considerata la sua onnipresenza, ogni pixel dell’immagine coordinata di Big G deve essere preso in attenta considerazione. Per questo l’azienda di Mountain View ha investito tempo e risorse per lavorare a fianco di designer professionisti e tradurre in un logo l’evoluzione della relazione tra utenti e Google stesso.

Dalle prime indiscrezioni circolate verso metà settembre, era emersa già la M di mail, senza busta ma con un design più in linea con gli altri prodotti Google, tra cui Maps, Foto e Chrome. Se in precedenza Gmail si caratterizzava per un binomio cromatico a parte, quello di rosso e bianco, ora è chiaro come Google voglia imprimere negli utenti l’associazione tra client e motore di ricerca.

Dai focus group all’immagine coordinata: il futuro di G Suite

L’iconico logo di Gmail è una costante nella vita di molte persone e cambiarlo ha richiesto un lavoro molto attento.

Pare che Google abbia pensato di eliminare del tutto i richiami alla M, ora intuibili dai tre segni del logo, e di rimuovere il colore rosso, ma le persone coinvolte nei focus group hanno dato riscontri negativi. Durante questa fase, tuttavia, Google ha compreso che la busta del logo di Gmail non costituiva un elemento imprescindibile, di fatto aprendo a una maggiore libertà creativa per il team.

Il nuovo logo Gmail è ancora prevalentemente rosso, ma piccoli tocchi di giallo, blu e verde sorreggono idealmente la M. Accanto agli altri loghi di Google, tra cui Calendar, Docs e Sheets, tutti rinnovati di recente, diventa difficile distinguerli a uno sguardo poco attento.

Ciò non significa che Google voglia ridurre il ruolo centrale di Gmail nella vita delle persone: i nuovi loghi fanno parte di un progetto più ampio che porta a ripensare tutto il software G Suite di Google. Infatti, appare ormai chiaro che l’obiettivo di Google sia quello di unire Gmail, Hangouts e Docs in una sorta di hub, in grado di competere in modo migliore con l’approccio integrato di Microsoft Office e, in particolare, del client di posta elettronica Outlook, vera spina nel fianco per Google.

Alessia Nuzzo

Leggi anche questi articoli

Workation: la libertà di lavorare in vacanza

Molti sognano di lavorare all’aria aperta, al di fuori dalle mura domestiche e da spazi urbani, in avvincenti viaggi in camper oppure in ...
lauradefrancesco

Problemi di indicizzazione? Ora si possono segnalare direttamente a Google

Google ha implementato una nuova funzione che permette agli utenti di comunicare un problema relativo all’indicizzazione segnalandolo direttamente ...
Donato Antonazzo

Comunicare in target: conosciamo gli utenti dei diversi social

Come possono aziende e personaggi pubblici sfruttare in maniera efficace la cassa di risonanza dei social network? Una buona strategia di marketing ...
Giulia Chiffi
CHIAMA SCRIVICI