Quando Google offrì la ricerca in tempo reale, gli fu negato ogni accesso ai messaggi degli utenti Facebook, che al contrario vennero resi accessibili a Bing, dopo accordi commerciali con la Microsoft.
Attualmente la novità legata a Google non sembra aver raggiunto l’Italia (si parla di Stati Uniti, Germania ed Inghilterra), quindi il numero di post indicizzati è ancora piccolo. Probabilmente si tratta di post di Facebook citati su altri siti, come per esempio quelli che vengono riportati in automatico anche su Twitter. Ma il cambiamento coinvolgerà tutti i siti che usano dei plug-in collegati direttamente con Facebook, per aumentare l’indicizzazione delle pagine dei siti, migliorando il posizionamento dei contenuti nel web, e di conseguenza anche la visibilità dei siti stessi.
Lo scopo di Google è infatti quello di riuscire ad indicizzare tutto ciò che appare sui browser, a prescindere dalla sua formattazione e dal linguaggio usato per la sua creazione.

Siete curiosi di conoscere la vostra popolarità? Fate una prova ed inserite su Google il vostro nome e cognome. Forse ritroverete dei commenti che non avete inserito direttamente su Facebook, ma su siti che danno la possibilità di inserire in automatico commenti anche su Facebook.
Ricordatevi quindi che tutto ciò che scriviamo in rete viene fagocitato da Google, ma favorisce anche chi si mette alla ricerca di informazioni su di noi.
Non sottovalutate la possibilità di modificare le impostazioni sulla privacy nel vostro profilo di Facebook: in questo modo i motori di ricerca non saranno in grado di indicizzarlo. Come dovete procedere?
Dopo aver effettuato il login, andate sul menù a tendina, sulla destra della voce “Home”, e poi su “Impostazioni sulla privacy”. Rendete visibile la vostra “Privacy predefinita” o ai soli amici o impostate dei settaggi personalizzati, togliendo in questo modo il pallino dalla voce “Pubblica”, qualora fosse l’attuale impostazione.
E’ anche importante sapere che, quando scrivete un commento, potete gestirne la visione e la diffusione nel web, utilizzando il menù a tendina accanto alla voce “Pubblica” (è la voce affiancata dall’icona del mondo), che vi permetterà di scegliere quali persone potranno prendere visione del vostro post.

Così facendo riuscirete a controllare meglio la vostra popolarità nei motori di ricerca e, qualora il vostro profilo o i vostri post fossero già stati indicizzati, nel giro di un mesetto dovrebbero scomparire anche dalle ricerche nel web.

Envision

Leggi anche questi articoli

Twitter passa a Musk: libertà di parola al primo posto

Con l’acquisto di Twitter da parte di Elon Musk, per una cifra di un valore complessivo di 44 miliardi di dollari, il social network che “ ...
Giulia Chiffi

Fissare i post in alto? Instagram ci sta pensando

Negli ultimi mesi gli sviluppatori di uno dei social network più amati e popolati al mondo, Instagram, ha implementato delle modifiche che hanno la ...
Federico Petracca

Turismo esperienziale: le eccellenze pugliesi al BTM 2022

BTM – Business Tourism Management è alla sua ottava edizione. Come sempre, si tratta di un evento che unisce i principali intermediari del settore ...
Ernesto Torsello
CHIAMA SCRIVICI