L’evoluzione dell’ospitalità dagli affitti brevi agli affitti di medio-lungo periodo

Le statistiche presentano un dato interessante in campo immobiliare.
Barra Servizi

Le statistiche presentano un dato interessante in campo immobiliare. Si parla di evoluzione dell’ospitalità negli affitti a medio-lungo periodo.

Questo dato è importante perché significa che vengono affittati sempre più immobili, con l’abbassarsi dei costi di gestione per i proprietari. Il mondo del web, grazie alla presenza dei nomadi digitali e alle aziende che operano da remoto hanno contribuito negli ultimi 2 anni a creare un balzo avanti enorme.

Questo, ha prodotto una nuova circolazione di moneta nel campo immobiliare, cosa insperata durante il blocco causato dalla pandemia. Eppure, il mercato si è ripreso e i proprietari d’immobili con il supporto delle agenzie online riescono a dare un servizio migliore al viaggiatore o a chi deve soggiornare anche per lunghi periodi, causa trasferte lavorative o studio.

L’andamento del mercato e le esigenze di chi vuole affittare

Il periodo forzato che tutti abbiamo passato in casa, ha fatto sì che tra le richieste più frequenti spicchino l’angolo ufficio per lo smart-working e la possibilità di spazi esterni accessibili dall’appartamento, come terrazze e balconi.

I locatori che si trovavano ad affittare solo nel breve periodo estivo soprattutto nelle città di mare, grazie alle nuove tendenze e al clima favorevole riescono ad affittare per tutto l’anno proponendo anche contratti a medio-lungo termine. La stessa cosa si registra nelle città d’arte o nelle metropoli italiane dove il motore trascinante è il lavoro.

Si considerano a breve termine i contratti d’affitto con durata compresa tra 1 e 18 mesi. Diverso è quando si tratta di locazioni a uso turistico, dove la durata è inferiore a 30 giorni. Passato il periodo estivo che ha fatto registrare crescite che hanno sfiorato anche il 300% in più rispetto all’estate 2021, l’andamento affitti è tutto spostato verso il medio-lungo periodo.

Affitti medio-lungo periodo: l’importanza delle agenzie immobiliari online

Se fino a qualche tempo fa era l’acquisto e la vendita d’ immobili il motore delle agenzie, oggi con la digitalizzazione i venditori arrivano in modo capillare a chiunque voglia affittare con un’offerta tarata sulle esigenze individuali. I punti di forza degli affitti tramite web sono:

  • costi fissi più bassi per le agenzie poiché si lavora da remoto;
  • provvigione bassa o inesistente. Le percentuali delle commissioni variano tra il 3% e il 5%;
  • analisi e studi di mercato per promuovere l’immobile su social media e web.

L’utilizzo dei virtual tour e delle video call per visitare una casa sono degli optional che nell’era digitale in cui ci apprestiamo a vivere diventano di fondamentale importanza perché sono servizi accessori notevoli.

Con il digitale è possibile fare di tutto e le realtà tradizionali, anche nel settore immobiliare, stanno prendendo atto di quante prospettive si possono aprire con le nuove tecnologie. Detto ciò, è sempre importante la figura materiale del venditore che utilizza il mondo digitale per rendere l’esperienza di cercare casa per i clienti sempre più stimolante.

Gli algoritmi utilizzati dalle agenzie online sono in grado di prevedere le variabili di successo e il miglior prezzo in base ai dati raccolti riuscendo a dare una consulenza completa nel momento dell’approccio materiale.

Matteo Milo

Leggi anche questi articoli

A scuola di e-commerce: come diventare un ottimo imprenditore digitale

Oggigiorno, il ruolo di e-commerce manager è sicuramente uno dei ruoli professionali che desta maggior interesse nel quadro delle professioni ...
Biagio Chiarello

Criptovalute e inquinamento: ecco qual è l’impatto ambientale del Bitcoin

Può sembrare strano, ma minare le criptovalute, pur trattandosi di moneta interamente digitale, ha dei costi ambientali piuttosto elevati. Un ...
Angelo Pignatelli

Google lancia “Il mio centro per gli annunci”

Google ha da poco lanciato una funzione che dà agli utenti la possibilità di personalizzare e controllare la pubblicità. Si chiama “Il mio ...
Ernesto Torsello
CHIAMA SCRIVICI