Link Interni: una potenzialità spesso sottovalutata

Quando si parla di marketing digitale, si è soliti sottolineare quanto sia importante sfruttare i backlink (o link esterni) per generare traffico sulle pagine, aumentare la visibilità e favorire le interazioni, ma non si parla invece dei link interni, che vengono spesso sottovalutati e messi in secondo piano.
Barra Servizi

Quando si parla di marketing digitale, si è soliti sottolineare quanto sia importante sfruttare i backlink (o link esterni) per generare traffico sulle pagine, aumentare la visibilità e favorire le interazioni, ma non si parla invece dei link interni, che vengono spesso sottovalutati e messi in secondo piano.

In questo articolo analizzeremo quali sono i vantaggi nell’utilizzare anche i link interni.

L’utilità dei link interni per la SEO e non solo

I link interni svolgono un ruolo fondamentale in una strategia SEO e anche se vengono spesso sottovalutati, possono fare la differenza per il posizionamento di un sito web sui motori di ricerca. I link interni non sono altro che dei collegamenti ipertestuali che collegano due pagine all’interno dello stesso sito web o di un blog.

Per comprendere il funzionamento dei link interni è opportuno fare un esempio: state leggendo un articolo sui migliori pc su un e-commerce specializzato in prodotti per la tecnologia e durante la lettura viene evidenziata la parola “pc da 15 pollici”, cliccandoci sopra sarete reindirizzati a un’altra pagina del negozio online dove sono in vendita i migliori pc da 15 policci. L’inserimento dei link interni garantisce al visitatore del vostro sito web una migliore user experience, difatti sarà più semplice navigare tra le diverse pagine e allo stesso tempo gli consentirà di approfondire un determinato argomento senza ricercare notizie o prodotti su altri siti esterni.

Per creare dei link interni efficaci è necessario che i collegamenti siano ben visibili, magari evidenziando o sottolineando il testo, così per l’utente sarà più semplice individuarli. I link interni devono collegare due pagine con argomenti simili o che possano rappresentare un approfondimento per l’utente e bisogna eliminare tutti quei link che rimandano a pagine obsolete o che non esistono più.

Quando si creano i link interni è sempre opportuno individuare termini o frasi che possano interessare l’utente, quindi bisogna costruire l’anchor text in modo tale che chi sta leggendo un testo sia naturalmente spinto a cliccare sul link. Anche in questo caso vale la regola di non esagerare.

I vantaggi di utilizzare i link interni

Uno dei principali vantaggi nell’utilizzo dei link interni è rappresentato dalla possibilità di migliorare l’user experience, difatti un utente che troverà interessanti i collegamenti ipertestuali, rimarrà più a lungo sulle pagine e potrà anche interagire, magari acquistando un prodotto o iscrivendosi ad una newsletter.

Creare una rete ben organizzata e coerente di link interni è fondamentale dal punto di vista dell’ottimizzazione SEO: infatti i crawler dei motori di ricerca riescono a individuare con facilità il percorso da seguire tra le pagine, così da consentire l’acquisizione di nuovi contenuti e migliorarne l’indicizzazione.

Non tutti sanno che una buona strategia di internal linking può migliorare anche il ranking del sito web, poiché Google, attraverso i suoi crawler, emula il comportamento degli utenti su un determinato sito di conseguenza se l’organizzazione dei collegamenti ipertestuali è ben costruita e organizzata, sicuramente sarà un punto a nostro vantaggio per un migliore posizionamento.

Per essere sicuri che i link interni siano utili, è sempre consigliabile creare un’alberatura: si parte dalla homepage che è da sempre considerata la pagina più importante del sito web inserendo dei link alle macro sezioni e in seguito si realizza una rete di link che possano collegare anche le pagine più nascoste.

La rete di link interni ha il vantaggio di condurre l’utente attraverso un percorso ben determinato, così da favorire l’interazione e magari anche l’acquisto di beni o servizi, quindi nella strategia SEO non bisogna mai sottovalutare le potenzialità dei link interni.

Donato Antonazzo

Leggi anche questi articoli

A scuola di e-commerce: come diventare un ottimo imprenditore digitale

Oggigiorno, il ruolo di e-commerce manager è sicuramente uno dei ruoli professionali che desta maggior interesse nel quadro delle professioni ...
Biagio Chiarello

Criptovalute e inquinamento: ecco qual è l’impatto ambientale del Bitcoin

Può sembrare strano, ma minare le criptovalute, pur trattandosi di moneta interamente digitale, ha dei costi ambientali piuttosto elevati. Un ...
Angelo Pignatelli

Google lancia “Il mio centro per gli annunci”

Google ha da poco lanciato una funzione che dà agli utenti la possibilità di personalizzare e controllare la pubblicità. Si chiama “Il mio ...
Ernesto Torsello
CHIAMA SCRIVICI