Netiquette: parliamo del “galateo” delle community online

Internet può sembrare uno spazio irreale in cui tutto è lecito.

Ecco allora che scende in campo la netiquette, un codice di condotta informale ispirato al buonsenso che disciplina i rapporti umani “virtuali”. L’obiettivo è quello di favorire un uso delle community online basato sul rispetto reciproco.

È arrivato il momento di conoscere i principi della buona creanza in rete. Ecco le regole non scritte che ti aiuteranno a usare meglio i social network.

Cos’è la netiquette

Ebbene sì, anche la rete ha il suo galateo, la netiquette, crasi delle parole network ed etiquette. Questo neologismo indica l’insieme delle regole che sarebbe utile seguire per sviluppare un dialogo maturo e civile nel mondo digitale, in particolare sui social network.

Il galateo della rete ha regole che risalgono alla nascita del web 2.0. Infatti, con l’avvento delle community virtuali è sorta l’esigenza di disciplinare il comportamento degli utenti con norme chiare volte a favorire una corretta interazione fra le persone collegate a distanza.

Le regole della netiquette

Sino a poco tempo la netiquette si focalizzava su regole quali:

  • non scrivere utilizzando tutti caratteri maiuscoli perché equivale a urlare;
  • non offendere o minacciare;
  • non usare un linguaggio scurrile;

…e così via.

Oggi il bon ton del web cerca di insegnare anche qual è il modo migliore per condividere i post in forum, social e community online. La netiquette ufficiale si trova all’indirizzo datatracker.ietf.org.

Ecco allora un pro-memoria su alcune delle regole principali della condivisione online.

Ringrazia gli utenti

La buona educazione online suggerisce di ringraziare sempre, nei limiti del possibile, chi ti lascia un commento o condivide un tuo contenuto. Pensaci: la condivisione di un tuo post sui social network comporta la circolazione dello stesso tra un gruppo più o meno vasto di persone. Quindi non è altro che pubblicità gratuita per te!

Pensa prima di condividere

Quando condividi un contenuto altrui sulla tua bacheca, ricorda le parole di Seth Godin: “Siamo ciò che condividiamo”.

Condividere non significa solo costruire la propria immagine, ma anche arricchire l’altro. Talvolta però la condivisione può generare delle conseguenze negative, in particolare in termini di coerenza comunicativa. I contenuti condivisi non devono entrare in conflitto con l’identità e il tono di voce del brand. Ecco perché è bene scegliere con cura cosa condividere sulle proprie pagine social, per garantire una comunicazione efficace.

Rispetta la privacy

Ogniqualvolta decidi di creare un post basato sul contenuto di un’altra persona, chiedile il permesso di ripubblicare o diffondere quel contenuto. In questo modo non correrai il rischio di violare la privacy dell’autore del post nel caso in cui egli abbia creato quel contenuto con l’intento di farlo circolare solo all’interno di una cerchia ristretta di persone.

Cita sempre l’autore

Quando pubblichi sul tuo profilo frasi, articoli o testi prodotti da altri, ricordati di citare sempre l’autore. Ignorare questa regola non significa solo andare contro il comune buonsenso, ma costituisce anche un comportamento che rischia di integrare gli estremi del plagio!

Giulia Chiffi

Leggi anche questi articoli

Twitter passa a Musk: libertà di parola al primo posto

Con l’acquisto di Twitter da parte di Elon Musk, per una cifra di un valore complessivo di 44 miliardi di dollari, il social network che “ ...
Giulia Chiffi

Fissare i post in alto? Instagram ci sta pensando

Negli ultimi mesi gli sviluppatori di uno dei social network più amati e popolati al mondo, Instagram, ha implementato delle modifiche che hanno la ...
Federico Petracca

Turismo esperienziale: le eccellenze pugliesi al BTM 2022

BTM – Business Tourism Management è alla sua ottava edizione. Come sempre, si tratta di un evento che unisce i principali intermediari del settore ...
Ernesto Torsello
CHIAMA SCRIVICI