SEO locale, 10 consigli veloci per dominare SERP e Map Pack

Se si è titolari di un’azienda con sede fisica, è fondamentale comparire tra i primi risultati di tutti i motori di ricerca online, poiché tale dettaglio consente sia di soddisfare le esigenze dei consumatori, sia di ingrandire il proprio giro d’affari.

Ma come si fa a dominare SERP E Map Pack? Scopriamolo insieme con questi 12 consigli applicabili fin da subito!

  1. Gestire in maniera accurata e coerente tutte le informazioni dell’azienda come indirizzo, numero di telefono, sito web nelle varie piattaforme online in cui compaiono.

Se si individuano dei duplicati, è inoltre bene rimuoverli.

  1. Utilizzare dei dati strutturati come le coordinate, l’indirizzo postale e le recensioni per favorire le azioni di Google volte a contribuire non solo l’aumento dei click, ma anche la ricerca locale, le conversioni e le impressioni.
  2. Ottimizzare il proprio profilo Google My Business: se non se ne possiede uno, si raccomanda vivamente di attivarlo, in modo da migliorare la visibilità dei prodotti e dei servizi.

All’interno della scheda Google My Business è necessario includere le foto dell’attività, la tipologia di impresa, orari di apertura e gli articoli venduti.

  1. Monitorare in maniera costante i risultati di ricerca correlati ai marchi per individuare le inserzioni disattivate, le modifiche da apportare agli orari di attività e così via.
  2. Gestire la web reputation per aggiudicarsi un posto in cima al local Map Pack.

Per tale ragione è bene invogliare gli utenti a lasciare delle recensioni positive. In questo modo i nuovi possibili clienti saranno maggiormente propensi ad acquistare un proprio bene o servizio.

  1. Utilizzare dei contenuti iper locali per aiutare gli utenti finali ubicati nei paraggi a trovare immediatamente una risposta alle loro esigenze.
  2. Impiegare sistemi di messaggistica istantanea per permettere ai clienti di contattare immediatamente l’impresa e ricevere delle risposte in tempo reale, sentendosi così al centro dell’attenzione.
  3. Monitorare in modo costante Google Trends per individuare i cambiamenti nel comportamento di ricerca e d’interesse degli utenti, in modo da intuire in anticipo o comunque in tempo le nuove tendenze e proporre nuovi servizi.
  4. Ottimizzare la ricerca per i dispositivi mobili e vocale, in quanto sempre più utenti utilizzano i suddetti strumenti per soddisfare le loro esigenze.
  5. Ottenere dei collegamenti da parte di blog, siti e testate giornalistiche autorevoli.

Questa strategia permette infatti di migliorare la visibilità della propria azienda e di comparire tra i primi risultati della local search.

Donato Antonazzo

Leggi anche questi articoli

Workflow: la chiave del successo aziendale

L’evoluzione tecnologica e digitale impone alle aziende l’utilizzo di nuovi e moderni sistemi di condivisione e gestione dei processi ...
Alessia Nuzzo

Magento 2: come si crea un modulo?

Magento 2 attribuisce una grande importanza alla creazione modulare. Questo tipo di sviluppo permette con la creazione di nuovi moduli di aggiungere ...
Matteo Bleve

Un blog di successo? Punta sulla psicologia!

Uno dei principali obiettivi del copywriting è riuscire a conquistare e attirare il lettore. Le decisioni del pubblico sono spesso collegate a ...
Giulia Chiffi
CHIAMA SCRIVICI