Bootstrap: le potenzialità di questo framework nello sviluppo di un sito web

“Bootstrap”, collezione di strumenti liberi per creare siti web e applicazioni originariamente sviluppata da Twitter, sta diventando sempre più popolare.

Secondo recenti statistiche, il suo codice è presente nell’1% dei siti Internet mondiali, cifra di tutto rispetto, se se ne considera il valore assoluto.

Inoltre, Bootstrap gode di un’ottima nomea nelle community di sviluppatori ed è il framework più popolare anche sulla piattaforma “GitHub”, che offre un servizio di hosting per lo sviluppo di progetti software.E’ indubbio che, non appena tutti disporranno della versione 3.0, la reputazione di questo framework crescerà ulteriormente, grazie agli accorgimenti previsti per migliorarne la funzionalità.Lasciando, però, da parte per un momento la sua indiscussa popolarità, va detto che Bootstrap non è indicato per qualunque tipo di progetto. Chi sceglie di adoperarlo può contare sull’aiuto di numerose guide presenti in rete, ma deve partire dal presupposto che, non a caso, in informatica il termine “bootstrap” si riferisce ai processi di avvio di un personal computer. Questo framework è utilissimo nel caso in cui abbiate bisogno di uno strumento per gestire al meglio la parte iniziale del progetto che avete in mente ma non va preso in considerazione se siete alla ricerca di una soluzione definitiva per la grafica del vostro sito web.

Bootstrap vi permette di avere a disposizione un buon numero di componenti riutilizzabili all’occorrenza e personalizzabili sulla base delle caratteristiche estetiche che di volta in volta riterrete opportune. In sostanza, vi fornisce una base da cui partire nella creazione dei vostri progetti per il web non costringendovi a ricominciare da zero ogni volta. Non è neanche corretto, però, ritenere questo framework una mera gabbia che costringe alla realizzazione di siti web tutti uguali tra loro. Con le giuste competenze, che potrete acquisire facilmente tramite qualche ricerca mirata sul web, e con la giusta dose di fantasia, darete vita a pagine web sempre diverse e di sicuro impatto.

Tra le svariate potenzialità di Bootstrap vanno senz’altro enumerate: la possibilità di definire dettagliatamente il layout di base sul quale imposterete la grafica del vostro sito (numero di colonne presenti, padding di vario tipo, spaziature); la presenza di CSS che permettono di personalizzare tutti gli aspetti tipografici, ma anche di fogli di stile predefiniti che faranno risparmiare la fatica creativa a chi ha fretta; tabs vari per migliorare la visibilità del vostro sito; e molto altro ancora.

Leggi anche questi articoli

Scopriamo i trend social del 2022

Il consumatore è sovrano! Questo detto (rivisitato) vale anche nel mondo online. Ogni marchio per sopravvivere deve saper ascoltare e interpretare ...
Alessia Nuzzo

Le ultime novità di Instagram [aggiornamento ottobre 2021]

Instagram è pronto a rivoluzionarsi e lo farà subito mettendo a disposizione dei propri utenti tantissime novità. ...
Federico Petracca

“Pillole” di web marketing: guida ai social per strutture sanitarie

Sono ormai tantissimi gli utenti che sfruttano internet per ottenere informazioni di ogni genere. Non fanno eccezione le ricerche in tema di salute. ...
Giulia Chiffi
CHIAMA SCRIVICI