Facebook Ads non funziona. Cosa stai sbagliando?

Facebook Ads è una celebre piattaforma pubblicitaria che conta ben 2 miliardi di utenti in tutto il mondo, dotata di immenso potenziale.
Barra Servizi

Come saprai, il suo funzionamento consiste nel mostrare annunci pubblicitari agli utenti del noto social network, generando introiti attraverso il raggiungimento diretto di target precisi.

Dal lancio di Facebook Ads, il popolare social si è trasformato; non è più soltanto un luogo di svago e divertimento, ma anche uno spazio di promozione ineguagliabile per aziende e professionisti. Nonostante ciò, non sono pochi coloro che, fra questi, lamentano scarsi risultati con Facebook Ads. Se anche tu sei fra questi o semplicemente ti interessa capire come funziona, continua a leggere per capire quali sono gli errori più comuni che ne compromettono i risultati.

Facebook Ads non funziona: gli errori più comuni

Uno dei motivi più comuni di scarsi risultati è una selezione troppo ampia o troppo ristretta del target.

Se il pubblico che vede i tuoi annunci è troppo ristretto, tagli via automaticamente una fetta di utenti potenzialmente interessata; se è troppo grande, la pubblicità diventa dispersiva e paghi un costo troppo elevato per click a causa di uno scarso feedback. Nel primo caso, l’area di pubblico va ampliata aggiungendo interessi fra le opzioni, nel secondo invece, va ristretta utilizzando l’opzione di targeting e limitando gli interessi.

Altre volte, invece, Facebook Ads non consente di raggiungere risultati perché il tuo funnel è troppo lungo, ovvero ci sono troppi click fra il messaggio pubblicitario e il prodotto/servizio che vendi. Al contrario, se il funnel è troppo corto, rischi di voler convertire nell’immediato traffico freddo, senza tener conto che l’utente ha bisogno di ulteriori passaggi per diventare cliente.

É essenziale, inoltre, che l’annuncio parli chiaramente di un problema specifico relativo a un target, enunci in maniera netta una mancanza, un bisogno o una predilezione. Qualora l’annuncio sia troppo generico, i risultati saranno poco notevoli.

Può avvenire la stessa cosa anche quando non c’è coerenza fra il linguaggio e il prodotto pubblicizzato nell’annuncio e ciò che l’utente trova nella landing page. Altri errori ricorrenti implicano l’inserimento di troppo testo nelle immagini o l’uso di copy di scarsa qualità, che non ha una call to action chiara e non evidenzia i vantaggi dell’offerta.

Sbagli generici nella strategia di Facebook Ads

In diversi casi, invece, c’è uno sbaglio a monte che riguarda l’organizzazione della campagna di marketing, la quale manca di obiettivi chiari. Scegliere un obiettivo chiaro è cruciale, perché Facebook Ads predisporrà i tuoi annunci in modo da mostrarli agli utenti che hai definito a priori quando hai impostato la tua campagna. Pensa bene, quindi, all’obiettivo pubblicitario, e poi struttura copy, immagini e target in modo che siano coerenti con esso.

Seguendo questi pratici consigli, Facebook Ads darà sicuramente i suoi frutti, ma ti voglio dare due ultime indicazioni: non aspettarti troppo dagli utenti (non pensare di generare molti introiti con la vendita a freddo), e monitora costantemente le performance della tua campagna per correggere eventuali mancanze. Detto questo non mi resta che augurarti buon lavoro!

Leggi anche questi articoli

Verso un futuro senza cookie: strategie vincenti per navigare nel cambiamento

Il futuro del digital marketing cambierà notevolmente con la decisione di Google di eliminare i cookie di terze parti entro il 2024. Questoà ...

Comunicazione Responsabile: la nuova era del Marketing Digitale

In un mondo dove la comunicazione digitale è diventata onnipresente, parlare di Comunicazione Responsabile non è solo un dovere etico, ma anche una ...

Trend 2024 Graphic Design: scopri quali sono le tendenze più influenti

Il mondo del graphic design è in costante evoluzione, un caleidoscopio di tendenze che si rinnovano anno dopo anno, influenzando profondamente la ...
CHIAMA SCRIVICI