Generative Art: qual è il futuro della creatività nell’era dell’AI?

Siamo sempre più abituati a parlare di intelligenza artificiale, d’altronde la tecnologia continua a compiere passi da gigante e le evoluzioni sono continue.
Barra Servizi

Attualmente siamo nel pieno della transizione digitale, ed è per questo che risulta molto importante rimanere al passo con i tempi. In questo senso, tra dobbiamo citare la Generative Art, che nasce con lo scopo di unire le competenze dell’essere umano a quelle di un software specifico in grado di eseguire delle operazioni particolarmente complicate.

Che cosa si intende per Generative Art?

Prima di affrontare i dettagli, chiariamo meglio cosa si intenda per Generative Art.

Si tratta di immagini generate da un’intelligenza artificiale, in un connubio insolito tra arte e tecnologia.

La Generative Art nasce proprio con l’obiettivo di creare una connessione tra essere umano e un software che può compiere determinate azioni senza la necessità di intervento da parte di un programmatore.

Parliamo di una tecnologia sulla quale si sta studiando da diversi anni, tanto è vero che fino a qualche tempo fa le opere di Generative Art erano semplicemente degli elementi che venivano diffusi dal software ogni volta che l’utente impartiva il comando.

Ma in questi ultimi anni i progressi che sono stati fatti, in merito all’intelligenza artificiale, sono davvero impressionanti e hanno contribuito alla nascita di modelli evoluti, come Dall-E, in grado di restituire immagini sempre più realistiche.

Cosa si intende per Dall-E

Dall-E è un sofisticato sistema tecnologico capace di elaborare determinati risultati partendo dai comandi che vengono dati.

Possiamo affermare che, almeno inizialmente, Dall-E era di fatto ad uso esclusivo di professionisti del settore, ma quest’anno è nata sul web una versione aperta a tutti che viene chiamata Dall-E Mini.

Dall-E Mini permette di creare fino a nove immagini, con una qualità di risoluzione bassa, in maniera del tutto gratuita e partendo semplicemente da un qualunque prompt.

Il successo di Dall-E Mini è stato praticamente immediato e ha conquistato gli utenti per le sue tante funzionalità avanzate.

È in arrivo Dall-E 2

Nei prossimi mesi è previsto l’arrivo di una versione nettamente migliorata di Dall-E, parliamo di Dall-E 2 che cancellerà i limiti presenti, proponendo un prodotto in grado di elaborare una grande quantità di concetti.

Dunque, ci sarà il primo milione di utenti che potranno accedere alla nuova piattaforma, utilizzando un sistema di crediti che corrisponderà a un’immagine.

Terminati i crediti, l’utente potrà acquistarne altri a un prezzo decisamente interessante. Infatti, con 15 dollari si potranno ottenere ben 115 crediti.

Appare evidente dunque che il futuro della Generative Art sia estremamente luminoso. Siamo tutti impazienti di scoprire quali sono i progressi in programma, per capire realmente fin dove può arrivare questa straordinaria tecnologia.

Giulia Chiffi

Leggi anche questi articoli

E se il Metaverso si potesse toccare con mano?

I ricercatori del colosso Samsung hanno sviluppato una nuova tecnologia in grado di farci “sentire” il metaverso. Si chiama “e& ...
Alessia Nuzzo

Scheda prodotto e-commerce: 5 consigli per scriverla in modo efficace

Per promuovere e presentare gli articoli che hai intenzione di vendere online è necessario scrivere una scheda prodotto, una breve descrizione che ...
Biagio Chiarello

Google EEAT: cosa significa e come migliorare i segnali sulle pagine

Google EEAT è un acronimo che sta per “Experience, Expertise, Authoritativeness, Trustworthiness” che in italiano si traduce con “ ...
Donato Antonazzo
CHIAMA SCRIVICI