Prestashop Vs WooCoomerce: I Pro e i Contro

Prestashop e WooCommerce sono due valide proposte di e-commerce open-source.

 

Nasce per aziende di medie o piccole dimensioni, ma col tempo si estende, arrivando alla realizzazione di progetti molto più grandi. Oggi, è in grado di gestire insieme più negozi in un solo pannello. È uno strumento altamente professionale, ideale per coordinare ampie attività di commercio elettronico. Nonostante le sue caratteristiche lo rendano un prodotto ricco di contenuti e sofisticato, è dotato di un’interfaccia grafica semplice, intuitiva e veloce. Non richiede costi di utilizzo, ma necessita di alcune estensioni a pagamento, che servono ad aggiungere altre funzionalità.

WooCommerce, popolare estensione di WordPress per l’e-commerce, al contrario, non permette di controllare più e-shop in un unico pannello di amministrazione, a tal scopo necessita di plug-in e si presta maggiormente alla conduzione di micro attività. Per queste ragioni, possiede una struttura molto più snella di Prestashop, capace di permettere anche a un imprenditore meno esperto la gestione dei propri affari.

Un altro grande limite di questo e-commerce open-source è la non immediata creazione di documenti conseguenti agli ordini, come le fatture, per cui necessita del ricorso di estensioni a pagamento.

Entrambi, comunque, sono facili sia da installare che da utilizzare e hanno il pregio di essere totalmente free, a parte i plug-in che hanno un costo aggiuntivo.

Possono essere utilizzati per vendere qualsiasi tipo di prodotto. Inoltre, tutti e due garantiscono delle ottime prestazioni SEO e non richiedono particolari risorse hardware per il loro utilizzo.

In conclusione, si può dire che le differenze tra Prestashop e WooCommerce ci sono e sono molteplici. Sostanzialmente, sono entrambi due prodotti di e-commerce open-source ben fatti e molto funzionali, ma destinati a tipologie di aziende diverse, con inevitabili effetti sulla loro struttura.

Leggi anche questi articoli

Twitter passa a Musk: libertà di parola al primo posto

Con l’acquisto di Twitter da parte di Elon Musk, per una cifra di un valore complessivo di 44 miliardi di dollari, il social network che “ ...
Giulia Chiffi

Fissare i post in alto? Instagram ci sta pensando

Negli ultimi mesi gli sviluppatori di uno dei social network più amati e popolati al mondo, Instagram, ha implementato delle modifiche che hanno la ...
Federico Petracca

Turismo esperienziale: le eccellenze pugliesi al BTM 2022

BTM – Business Tourism Management è alla sua ottava edizione. Come sempre, si tratta di un evento che unisce i principali intermediari del settore ...
Ernesto Torsello
CHIAMA SCRIVICI