5 Step per Iniziare a Vendere su Google Shopping con il tuo E-commerce

Potenziare al massimo il proprio e-commerce: questo è quello che promette di fare Google Shopping.

Questa piattaforma, specializzata negli acquisti online, permette di cercare prodotti con le relative schede di descrizione e di contattare i venditori con la semplicità di una normale ricerca su Google.

A differenza dei normali motori di ricerca, però, i risultati mostrati su Google Shopping sono selezionati solo fra gli annunci gestiti direttamente dal venditore tramite la piattaforma Google Merchant Center. Appare chiaro, dunque, come sia in grado di dare una marcia in più a ogni sito di e-commerce aumentandone la visibilità e il traffico di utenti, affermandosi di conseguenza come una delle più preziose strategie di marketing per le vendite online.

Vediamo le 5 fasi necessarie per iniziare ad usarlo e sfruttare appieno le sue potenzialità.

1) Iscriversi a Google Shopping

Gli annunci su Google Shopping reindirizzano con un solo click al sito di e-commerce del proprietario, permettendo di aumentare notevolmente le vendite. Per accedere ai vantaggi di Google Shopping, è necessario creare un account Google Adwords e un account Google Merchant Center e collegarli fra loro tramite la proceduta guidata.

2) Inviare il feed dei prodotti

Le informazioni che verranno mostrate sugli annunci di Google Shopping devono essere inviate al motore di ricerca tramite un file contenente tutti gli attributi dei prodotti in vendita, chiamato feed di dati.

Il feed è un file in formato XML o TXT da generare automaticamente o manualmente sul proprio sito di e-commerce, attraverso l’interfaccia della piattaforma CMS o il supporto del webmaster. Il feed che verrà caricato sul portale Google Merchant Center deve contenere categoria, prezzo, disponibilità e descrizione dei prodotti in modo accurato e costantemente aggiornato, così da riflettere alla perfezione le informazioni sul sito di e-commerce principale.

3) Scrivere titoli e descrizioni efficaci

La componente determinante che conquisterà l’utente e decreterà la sua decisione di acquistare il prodotto è il titolo seguito da una breve descrizione che comparirà nell’annuncio. Il numero di caratteri a disposizione è limitato, per questo si dovrà essere chiari e diretti, puntando alle caratteristiche chiave che distinguono il prodotto dalla concorrenza e menzionando nomi e brand che lo rendono riconoscibile.

La descrizione deve essere pensata in ottica SEO, usando le parole chiave più digitate dagli utenti per quella categoria di prodotto, così da raggiungere un vasto pubblico e aumentare il traffico in entrata verso il proprio e-commerce.

4) Scegliere la foto giusta

L’altro aspetto che colpirà l’utente è la foto. Grazie alla potenza dell’immagine, la foto giusta potrà comunicare molto ai visitatori e spingerli ad approfondire la ricerca. Scegliere quindi una foto di qualità che metta in evidenza tutte le caratteristiche peculiari dell’articolo, ma lasci un po’ di mistero per invogliare l’utente a dirigersi verso il sito principale.

5) Promuovere l’E-commerce: Perchè affidarsi ai servizi di una web agency

Promuovere il proprio e-commerce con Google Shopping è facile e alla portata di tutti, ma per agevolare il processo di realizzazione di feed accurati ed efficaci, oltre che sviluppare annunci mirati, sarà indispensabile rivolgersi a un’Agenzia di Web Marketing che, grazie all’esperienza nel settore, saprà curare ogni minimo dettaglio.

Envision

Think Digital

Non c’è novità dal mondo del web che non alimenti la nostra insaziabile curiosità! Le innovazioni tecnologiche e informatiche ci appassionano e ci stimolano a ripensare continuamente gli schemi del nostro lavoro, per offrire ai nostri clienti soluzioni efficaci e sempre al passo coi tempi.

Leggi anche questi articoli

Gmail cambia logo: ecco come sarà

Google, il gigante di Mountain View, è una costante fonte di innovazione per gli utenti. Per questo motivo, Google non smette di guardare al futuro ...
Alessia Nuzzo

C’erano una volta gli emoticon: scopri quando sono nate le famose “faccine”

Chi di noi non conosce le emoticon, utilizzate quotidianamente nei messaggi e sui social? Ma forse non tutti sanno quando sono nate le famose ...
Giulia Chiffi

Scopriamo gli Hook di WordPress

Chiunque abbia una buona conoscenza dell’informatica, sarà senz’altro al corrente dell’esistenza delle procedure (o subroutines), ...
Biagio Chiarello
CHIAMA SCRIVICI